Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertà. (Helen Thomson)

Trekking a cavallo

Vivere la Valchiusella a cavallo è il metodo migliore per visitarla e godere dei suoi meravigliosi panorami.

La Valchiusella è una delle più belle valli del Canavese e il trekking a cavallo è il metodo migliore per conoscerla nei suoi angoli più suggestivi. Il centro d’equitazione CaValchiusella sorge in una delle zone più suggestive del territorio valchiusellese: immerso nel verde incontaminato dei boschi di castagno, incorniciato dalle cime innevate della Bella Dormiente, il centro è ubicato presso le strutture sportive del comune di Pecco.

I suoi fondatori sono valchiusellesi e non, appassionati e possessori di cavalli, (nel 2010 gli iscritti erano 75), che riunitisi insieme danno vita a una sorta di “trekking itinerante” in tutta la Valle; a seconda delle stagioni infatti, si organizzano trekking di 2/3/4 e più giornate, anche se i periodi primaverili ed estivi sono i più consoni a tale attività.

Ogni anno il CaValchiusella si occupa della manutenzione, a proprie spese, di tratti di sentieri e mulattiere che poi nell’arco dell’anno saranno utilizzati per i trekking; a tal proposito, in collaborazione con Trekking Horse Italia, 321 Team Riders e la stessa CaValchiusella, il Comune di Rueglio ha tracciato la prima ippovia della Valchiusella, un percorso (inaugurato il 12 luglio 20202, certificato e mappato a livello nazionale) che si snoda lungo la montagna che fa da cornice al centro abitato.

L'ippovia, di difficoltà media ma di grande fascino paesaggistico, è un percorso con sentieri che intersecano boschi e prati, con punti per abbeveraggio cavalli; a metà percorso é prevista una sosta rifocillante sia per equidi che per i cavalieri presso il Rifugio Bossola.

(6 km circa da B&B FFR, in auto 12 min circa)

Il paradiso è sotto i nostri piedi così come sopra le nostre teste. (Henry David Thoreau)

Arrampicata

La palestra di roccia di Traversella è uno dei luoghi di arrampicata storici del nord ovest.

Ad oggi si può dire che la Palestra di roccia di Traversella offra talmente tante vie  di differenti difficoltà da soddisfare un'ampia tipologa di climber… da chi muove i primi passi sulla roccia a chi cerca di allenarsi per mantenere un discreto livello, da chi ama l’arrampicata in stile “plasir” a chi desidera affrontare gradi decisamente selettivi. Il tutto senza dimenticare l’area appositamente attrezzata per i bambini: un intero settore d’arrampicata, a due minuti dal rifugio, pensato e chiodato per baby climber. La Palestra conta circa 500 vie, tra monotiri e itinerari su più lunghezze, suddivise in 21 settori, con difficoltà delle lunghezze di corda, per tutte le abilità.

(11 km circa da B&B FFR, in auto 25 min circa + circa 30 min a piedi per raggiungere il Rifugio, gestore della palestra)

Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare. (Leonardo da Vinci)

Parapendio

Grazie al volo in parapendio biposto, si può volare con istruttori e piloti abilitati dall’Aero Club Italia.

Il monte Cavallaria (m 1460), con la sua favorevole esposizione verso la pianura e l’anfiteatro morenico della Valchiusella, offre un ampio angolo visivo paesaggistico e dolci pendii sfruttati -da ormai più di 20 anni- da abituali praticanti del volo libero in deltaplano e parapendio.

Dal paese di Brosso è possibile salire a piedi tramite le indicazioni dei sentieri “Pian dei muli” fino a quota 1280m e proseguire per ”Cavallaria”.

Grazie al volo in parapendio biposto, è data la possibilità a tutti volare con istruttori e piloti abilitati dall’ Aero Club Italia. Per il volo con il passeggero non occorre nessuna preparazione atletica o fisica particolare, è necessario solamente aver voglia di volare e offrire un “briciolo” di semplice collaborazione con il pilota in fase di decollo; in volo il passeggero è libero di scattare foto o girare brevi filmati, data la comoda posizione in seduta che è caratteristica del parapendio; l’A.S.D Falconeye che opera e collabora con il Club Parapendio Cavallaria, effettua voli in parapendio biposto anche per gruppi e tiene aperti i corsi per parapendio in singolo tutto l’anno.

Il volo dal monte Cavallaria ha un dislivello di 1200 m e dura, in condizioni di stabilità atmosferica (ideali per il volo in biposto per chi non ha mai provato prima), mediamente 20 minuti o, se richiesto dal passeggero, anche di più.

(16 km circa da B&B FFR, in auto 25 min circa per raggiungere il campo volo)

Tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si cammina. (Friedrich Nietzsche)

Escursioni e trekking

Montagna, collina, torrenti, laghi, boschi, borghi, panorami e chilometri di sentieri, mulattiere e carrarecce, questo è quello che offre la Valchiusella per gli escursionisti.

Morfologicamente la Valle si divide in due zone: una collinare e una di montagna; la collina, sulla parte destra della valle, tra Vistrorio e Brosso, si affaccia sull’ Anfiteatro Morenico di Ivrea, e comprende i laghi di Alice, di Meugliano e l’invaso della Diga della Grizia (o di Vistrorio). E’ percorsa in tutta la sua lunghezza dall’ultimo tratto dell’Alta Via dell’ A.M.I. e da una fitta rete di sentieri e stradine. La montagna, che abbraccia a semicerchio la parte alta della Valle, è aspra, selvaggia e integra, frequentata ancora da pastori e margari. La vetta simbolo della Valchiusella è il Monte Marzo di 2756 metri, la più alta è il Monfandi di 2820. E’ attraversata dalla Grande Traversata delle Alpi (GTA) e da una rete di sentieri che portano alle cime più conosciute e ai numerosi laghetti alpini, tra cui il Liamau, i laghi della Buffa, quelli della Furce e il Sucal.

Esiste una guida completa, con 127 escursioni, di Matteo Antonicelli, "Valchiusella a piedi": sentieri percorsi e recensiti uno ad uno, per scoprire ogni piccola bellezza nascosta, sia essa un ponte settecentesco, una vecchia miniera, una fornace abbandonata o una baita incastrata tra le rocce. Chi ama le passeggiate non estremamente impegnative avrà ampia scelta, in considerazione della quota relativamente bassa su cui insiste l'insieme della Valchiusella. Chi invece si vuole considerare esperto non potrà non beneficiare delle magnifiche ore di solitudine che certe gite classificate EE gli sapranno garantire: rari sono infatti gli itinerari dal “bollino rosso” che prevedono meno di 5 ore di marcia per la sola andata. A completare la guida di cui sopra due eccellenti carte geografiche della Mu Edizioni: una per la zona di montagna, "Carta della Valchiusella" e una per la parte collinare, "Carta della Valle Sacra".

Natura

Gusto e tradizione

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.